Dal primo passo di carriera sul percorso di crescita e sviluppo continuo – Stefan Radivojevic, Direttore del Servizio clienti nella società Transfera

Postato da: transfera
Categoria: Uncategorized
Stefan Radivojević, direktor Klijent servisa u kompaniji Transfera

1. L’anno passato è stato un anno di grande importanza per Transfera, avete celebrato il decimo anniversario di business di successo e avete rafforzato la posizione di una delle società logistiche più grandi e in più rapida crescita in Serbia e nella regione. Come valuta l’anno 2023 in termini di business e in che modo la società Transfera ha affrontato le sfide della crisi del settore e del mondo?

Nel 2023 Transfera ha celebrato un decennio di affari di successo, durante i quali è diventata uno dei leader regionali nel campo dei trasporti, della rappresentanza doganale, del magazzinaggio – trasporto, e della distribuzione, ed è davvero un grande onore far parte di questo viaggio. Quando abbiamo dovuto affrontare la crisi economica globale nella seconda metà del 2022, continuata anche nel 2023, era chiaro che questa sarebbe stata una sfida per molte industrie in tutto il mondo. Transfera può però vantare una vasta gamma di attività – la quota dei singoli settori nella nostra attività è inferiore al 5%, il che ci rende meno suscettibili agli effetti diretti della crisi e ci garantisce la stabilità, che è fondamentale difronte alle mutevoli condizioni economiche.

Nonostante le sfide, abbiamo concluso l’anno 2023 con lo stesso livello di reddito dell’anno precedente, con un aumento del numero dei dipendenti – da 381 siamo arrivati a un totale di 440, abbiamo aumentato il numero delle filiali in Serbia a 26, abbiamo ampliato le nostre attività nel territorio della Bosnia ed Erzegovina aprendo due nuove unità locali – Sarajevo e Nova Gradiska, abbiamo implementato nuove soluzioni, software e tecnologie avanzati e il nostro focus principale è stato diretto al trasporto ferroviario e intermodale, che definisce i segmenti chiave del nostro sviluppo.

2. Cosa fa l’azienda per stare al passo con l’attuale agenda verde e quanto è attiva nel campo della protezione ambientale? Quanto investite in questo segmento di business?

Nella domanda precedente ho menzionato l’attenzione al trasporto intermodale che ci ha seguito per tutto il 2023, come parte importante della strategia di Transfera nell’implementazione e nello sviluppo del trasporto verde. A fine novembre 2023 abbiamo lanciato un nuovo servizio: il primo treno merci dal terminal intermodale di Krusevac, la cui destinazione finale è la Germania ovest. Questo passo ha lo scopo di ridurre le emissioni nocive di anidride carbonica durante il trasporto, nonché di ridurre i costi nel trasporto internazionale di merci.

I vantaggi diretti di questo servizio si riflettono nel seguente: un solo treno di questo tipo con 30 vagoni sulla tratta menzionata su base annua comporterebbe un risparmio della quantità di emissioni nocive di anidride carbonica che verrebbero prodotte da un camion che viaggiasse circa 70 volte intorno al pianeta Terra.

Un altro passo verso l’obiettivo di una maggiore sostenibilità è il fatto che insieme alla società Green Energy 360, il nostro partner di lunga data e il socio del gruppo Comtrade, abbiamo avviato il progetto di implementazione di pannelli solari sulla superficie del tetto del Centro logistico di Transfera (TLC1) a Novi Banovci, il che ha consentito la transizione verso fonti energetiche sostenibili.

3. Transfera ha una tradizione di collaborazione con le diverse facoltà in Serbia. In che modo sostiene i giovani studenti?

Esatto, la nostra collaborazione con le istituzioni educative in Serbia dura da molti anni e posso tranquillamente dire che abbiamo una collaborazione fantastica e multiforme. Con l’aiuto dei professori della Facoltà di Scienze dell’Organizzazione, lo scorso anno abbiamo avviato l’analisi e la mappatura di tutti i processi a livello aziendale, ma anche di ogni singolo settore. Stiamo lavorando insieme per ottimizzare la situazione attuale e implementare nuove soluzioni, che miglioreranno significativamente tutti i processi a Transfera. Inoltre, nell’ambito della Accademia Transfera lanciata nel 2019, organizziamo regolarmente lezioni di professori di varie facoltà su argomenti di settore, ma anche su temi legati alla leadership e al management. 

Inoltre, come azienda ci dedichiamo allo sviluppo professionale dei giovani: il nostro dipartimento delle Risorse umane presta particolare attenzione al recruiting di giovani talenti senza precedenti esperienze lavorative, dando loro l’opportunità di iniziare la loro carriera nella logistica. In questo ambito lavoriamo anche a stretto contatto con la Facoltà di Ingegneria dei trasporti e del traffico di Belgrado e attraverso vari programmi e pratiche, e ci sforziamo di sostenerli nell’apprendimento e nello sviluppo di nuove competenze. Siamo orgogliosi di vantare un giovane team di oltre 70 giovani ingegneri e la società Transfera, nonché tutti noi, è qui per guidarli e sostenerli nel loro percorso verso lo sviluppo e il progresso personale.

4. La responsabilità aziendale e sociale è un’altra caratteristica della vostra azienda. Ci potrebbe dire di più sulle attuali attività umanitarie, sulle sponsorizzazioni e su altri aspetti del business socialmente responsabile?

Posso tranquillamente affermare che, negli ultimi dieci anni, siamo diventati riconoscibili per il nostro forte impegno nel business socialmente responsabile, soprattutto nel campo delle azioni umanitarie, delle donazioni e delle sponsorizzazioni.

Fin dall’inizio dello svolgimento della nostra attività, ma anche di nostra iniziativa, abbiamo aiutato numerose associazioni come Rifugio per i bambini, Casa per bambini e giovani senza cure parentali, Istituto Madre e Bambino, UNICEF, Banco Alimentare, Associazione Genitori di Bambini affetti da malattie maligne e altre malattie rare. Il nostro obiettivo è quello di dare supporto a coloro che ne hanno più bisogno e allo stesso tempo dare l’esempio positivo e motivare altre aziende e individui a impegnarsi e creare insieme un mondo migliore per coloro che lo meritano di più.

Come in precedenza, anche nel prossimo periodo ci aspettano nuovi progetti umanitari nei quali sarà coinvolto l’intero team di Transfera; Sono davvero orgoglioso di far parte di un’azienda che continua a fornire assistenza alle fasce più vulnerabili della società, tra le quali ha particolare risalto la cura dei bambini.

5. Come vede la Sua impronta personale all’interno dell’azienda e qual è stato il Suo percorso dall’inizio della carriera fino al ruolo di top level manageriale?

La mia esperienza in Transfera è stata estremamente stimolante fin dall’inizio e ha plasmato la mia carriera, ma anche me personalmente, in modi diversi. Prima di laurearmi alla Facoltà di Ingegneria dei trasporti e del traffico, nel 2014 ho iniziato a lavorare per Transfera nel settore dei trasporti internazionali su gomma, dove ho trascorso i primi due anni. Successivamente, il mio percorso prosegue nel settore doganale, al quale ha fatto seguito il superamento dell’esame per agente doganale, la visita agli uffici doganali e la collaborazione diretta con le filiali, dove ho avuto l’opportunità di apprendere e familiarizzarmi “in prima persona” con tutte le procedure e processi doganali.

Da questo punto di vista, cambiare ruolo e ruotare nei diversi settori aziendali mi ha permesso di padroneggiare le competenze e le conoscenze necessarie per comprendere l’intero processo di funzionamento e imparare come Transfera “respira”. Poiché ho svolto il lavoro con vari clienti per tutta la mia carriera, dopo che il direttore generale e il direttore dello sviluppo aziendale della nostra azienda hanno creato un forte settore del Servizio clienti, la sequenza logica per me è stata di coinvolgermi quell’aspetto del business. Alcuni anni più tardi, con molti sforzi, lavoro, impegno, nuovi clienti, viaggi di lavoro, è seguito un nuovo passo nella mia carriera: il luogo in cui mi trovo oggi.

Transfera è una delle poche aziende in cui il team iniziale, il fulcro dell’intera attività, non è cambiato. Quando sei circondato da persone fantastiche che condividono la tua stessa missione, vogliono fare un cambiamento, migliorare il business, portare il business a un livello superiore, niente è davvero difficile.

6. Quali sono i piani dell’azienda per il prossimo anno? Preveda un’espansione del business e in quali segmenti?

Nel prossimo anno continueremo a lavorare attivamente per migliorare tutti i segmenti e ci aspettano nuove collaborazioni, espansioni regionali, investimenti in tecnologie avanzate e nuove soluzioni software. Ci concentreremo sull’ulteriore sviluppo del trasporto intermodale, sull’espansione delle capacità di magazzinaggio, nonché sull’implementazione di pratiche sostenibili in tutti gli aspetti del business. Una cosa è certa – percorriamo con risolutezza la strada battuta che porta a nuove vittorie imprenditoriali!